Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Magistrati

Di seguito, in ordine cronologico, i martiri per cui “Urla nel SIlenzio” lotta contro l’oblio della memoria, nel rispetto e nella volontà dei loro familiari.

 

 

1970

Coco Francesco

8 Giugno 1976, Genova. Coco Francesco, 68 anni, Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Genova: Le Brigate Rosse uccidono il magistrato e la sua scorta, il brigadiere di Ps. Giovanni Saponara e il carabiniere Antioco Dejana. E’ il primo magistrato ucciso dalle Br.

Occorsio Vittorio

10 luglio 1976, Roma. Occorsio Vittorio, 47 anni, Sostituto Procuratore della Repubblica a Roma: Ucciso da un commando del Movimento politico Ordine Nuovo, mentre con l’auto si reca al lavoro. Per il delitto sarà condannato all’ergastolo l’estremista di destra Pierluigi Concutelli.

Palma Riccardo

14 Febbraio 1978 Roma. Palma Riccardo, 63 anni, Direttore dell’Ufficio VIII della Direzione Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena: Ucciso con numerosi colpi d’arma da fuoco esplosi a distanza ravvicinata, mentre si dirigeva al lavoro. L’attentato viene rivendicato dalle Brigate Rosse.

Calvosa Fedele

8 Novembre 1978, Frosinone. Calvosa Fedele, 59 anni, Procuratore Capo della Repubblica presso Frosinone: Ucciso in un agguato dalle Formazioni Combattenti Comunisti. Restano uccisi anche l’agente di custodia Giuseppe Pagliei, l’autista Luciano Rossi e il terrorista Roberto Capone, 24 anni, colpito dai suoi stessi complici.

Alessandrini Emilio

29 Gennaio 1979, Milano. Alessandrini Emilio, 37 anni, Sostituto Procuratore a Milano: Dopo aver accompagnato il figlio a scuola, viene aggredito da un gruppo di terroristi che gli esplodono contro diversi colpi di pistola uccidendolo. L’attentato viene rivendicato dall’organizzazione Comunista Combattente Prima Linea.

 

 

1980

Bachelet Vittorio

12 Febbraio 1980, Roma. Bachelet Vittorio, 54 anni, Vicepresidente del Csm: Mentre conversa, nell’atrio della facoltà di Scienze Politiche de La Sapienza, con la sua assistente Rosy Bindi, viene assassinato da un commando delle Brigate Rosse. 

Giacumbi Nicola

16 Marzo 1980, Salerno. Giacumbi Nicola, 52 anni, Procuratore capo della Repubblica di Salerno: Viene ucciso mentre rincasava con la moglie. L’omicidio viene rivendicato dalle Brigate Rosse – colonna Fabrizio Pelli.

Minervini Girolamo

18 Marzo 1980, Roma. Minervini Girolamo, 61 anni, Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena: Le Brigate Rosse uccidono il magistrato Minervini a bordo di un autobus, mentre si reca al lavoro. Nell’agguato hanno preso parte Barbara Balzerani, Francesco Piccioni, Sergio Seghetti e altri terroristi.

Galli Guido

19 Marzo 1980, Milano. Galli Guido, 48 anni, Giudice Istruttore penale presso il tribunale di Milano e Docente di Criminologia: Brutalmente assassinato, nell’aula dell’Università di Milano, da un commando di Prima Linea a causa della sua attività da magistrato contro di essi.

Amato Mario

23 Giugno 1980, Roma. Amato Mario, 43 anni, Sostituto Procuratore della Repubblica di Roma:  I Nar “ Nuclei Armati Rivoluzionari” uccidono il magistrato  che si occupa delle inchieste sull’estrema destra nella capitale.

 

 

1990

Daga Luigi

17 Novembre 1993, Roma. Daga Luigi, 46 anni, Magistrato di Corte d’Appello, addetto alla al Ministero della Giustizia, Direttore dell’Ufficio VI – Studi e Ricerche del D.A.P.: 26 Ottobre Il Cairo (Egitto). Terrorista islamico spara contro i clienti dell’Hotel Semiramis: muoiono due americani e un francese. Cinque i feriti tra cui il magistrato italiano  Luigi Daga,  in missione per partecipare ad un convegno di Diritto Penale come relatore sulla riforma del codice di procedura penale italiano,  che viene trasferito a Roma dove morirà il 17 novembre.